Articolo del Blog

Home  / Blog  / Opzioni  / Articolo

Passati alla cassa in soli 4 giorni ......

La settimana appena conclusa ci ha fornito un buon introito .

Lunedì 2 Dicembre , con l'inizio del nuovo mese, ho consigliato agli allievi  ( coloro che hanno partecipato ai nostri corsi di formazione e che quindi sono seguiti dal programma Tutor)  che ci seguono tramite la nostra chat line in real time , di aprire una strategia di breve termine denominata Strangle Long .

Dalle nostre analisi abbiamo notato che il mese di Novembre appena concluso era a piccolo range sull'Indice Eurostoxx50.
Il Range mensile era appena di 110 punti indice, avendo registrato in Novembre un max a 3102 punti e un minimo a 2992.
Il nano range aveva inoltre portato la volatilità sui minimi di lungo periodo, infatti lìindice VStoxx aveva registrato nell'ultima settimana di Novembre un nuovo minimo a 52 settimane.

Da questi semplici dati possiamo considerare quanto segue:
  1. Volatilità molto piccola, non è conveniente vendere opzioni.
  2. Ottimo è ricercare una possibile espansione della volatilità rappresentata dal VEGA.
  3. Avere un Gamma e quindi un Delta favorevole se il VEGA si espande.
  4. I punti 2 e 3 ci consiglierebbero di comprare PUT in quanto sono le options favorevoli alla possibile futura direzione del mercato azionario e in particolare  dell'indice Eurostoxx50.
Essendo molto attenti al fattore RISCHIO abbiamo deciso di entrare sul mercato con uno Strangle Long , in modo da proteggersi qualsiasi cosa potesse avvenire nel mese di Dicembre 2013.

Il consiglio del Team Options Trading è stato il seguente : Compriamo Call con Strike 3125 scadenza gennaio 2014 e contemporaneamente  Compriamo PUT con Strike 3000 scadenza Gennaio 2014. ( strategia classica Strangle LONG.)

Andando sul mercato lunedì 02/12/2013 abbiamo acquistato le options Call 3125 gennaio 14 al prezzo di 40 punti cadauna , essendo molto vicine al prezzo di mercato, quasi delle ATM , mentre abbiamo pagato le nostre PUT 3000 gennaio 14  31 punti.
Totale spesa a singola coppia di options 71 punti equivalenti a 710 euro.  Questo rappressenta anche il massimo rischio che è possibile subire dai mercati, ma impossibile che si verifichi se la strategia è gestita correttamente.

Potevamo anche acquistare le sole PUT  e avremmo impiegato molto meno capitale, ma vogliamo sempre poter dare la maggior copertura possibile al rischio, e quindi non sarebbe stato corretto, in quanto il mercato avrebbe potuto anche proseguire al rialzo.

L'indice Eurostoxx50 , ha rispettato nel proseguo della settimana quanto avevamo auspicato potesse accadere, ed ha iniziato a scendere , arrivando al nostro primo possibile target, la rottura del minimo mensile precedente posto ai 2992 punti.

Nella sessione di scambi di giovedì 05/12 l'indice Eurostoxx50 ha registrato un minimo intorno ai 2950 punti portando la strategia in gain di circa 20 punti e trovandoci in un' area di supporti abbiamo deciso di incassare la posizione in essere.

Abbiamo Incassato la PUT 3000 gennaio 14 a circa 80 punti , metre la call quotava circa 12 punti. Quindi un totale di 92 punti circa pari a circa un +30%   rispetto al nostro prezzo di ingresso,e in soli 4 giorni di mercato.


Il nostro conglio è quello di usare per ogni operazione circa il 10/15% del capitale destinato al trading. Su un piccolo capitale che possono essere le 10.000€ , dovremmo mettere in ogni singola strategia 1.000 max 1.500 euro. Questo è risultato, nel tempo che abbiamo trascorso nei mercati , il money  management più corretto per gestire qualsiasi situzione il mercato ti possa prospettare una volta fatto l'ingresso.

Una strategia come quella descritta avrebbe comportato max l'acquisto di numero 2 options Call e numero 2 options Put per un toatale di 1.420 euro
Avendo incassato dopo soli 4 giorni  1.840 euro,  abbiamo totalizzato sul nostro capitale dei 10.000 circa un 4% .

Certe volte parlando con le persone affermo che sui mercati mobiliari è possibile avere un ritorno medio del 25/30 % annuo sul capitale impiegato , ma noto che sono preso per un visionario racconta balle,  veramente la non conoscenza porta a non credere ciò che non si conosce!  Come scriveva il grande Einstein " La conoscenza rende LIBERI" ............

Francesco A.